torna alla home
Visitaci anche su:

Notiziario ambiente energia on-line dal 1999

​Hera premia i frequentatori più assidui delle stazioni ecologiche

where Bologna when Lun, 02/03/2015 who redazione

Nel 2014 gli accessi alle 141 stazioni ecologiche di Hera in Emilia-Romagna sono stati 1 milione e 280 mila, da parte di 345mila cittadini

mazzoni1401897184.jpgOltre 1 milione e 280mila accessi registrati nelle 141 stazioni ecologiche di Hera in Emilia-Romagna. Un premio (da ritirare entro marzo) è stato riconosciuto ai cittadini della regione che nel 2014 hanno utilizzato più spesso il servizio, dando un contributo essenziale alla crescita della raccolta differenziata. Nel 2014 gli accessi alle stazioni ecologiche di Hera sono stati 345mila, tra coloro i quali si sono recati almeno una volta nel corso dell’anno, in crescita rispetto ai 320 mila del 2013. La multiutility ha deciso di premiarne così 7mila, tra quelli che le hanno frequentate con più continuità. Un riconoscimento attribuito all’utilizzo dei servizi forniti dalle stazioni ecologiche: sono infrastrutture fondamentali all’interno del sistema di raccolta dei rifiuti, contribuendo anche a ridurre gli abbandoni sul territorio.

“Porta un amico” alla stazione ecologica - La comunicazione sta arrivando ai vincitori in questi giorni: invita gli utenti a ritirare il premio (un omaggio che aiuta a fare la raccolta differenziata dei rifiuti) direttamente alla stazione ecologica del proprio territorio entro il 31 marzo 2015. Gli utenti premiati potranno a loro volta, con l’iniziativa “Porta un amico”, invitare dei loro amici che non si sono mai recati in una stazione ecologica ad accedervi per la prima volta. Anche a questi cittadini sarà consegnato un gadget in cambio del conferimento di almeno 5 kg di rifiuti differenziati.

Il 22% della raccolta differenziata - I rifiuti conferiti alle stazioni ecologiche rappresentano il 22% di tutta la raccolta differenziata che viene fatta sul territorio servito da Hera in Emilia-Romagna. Qui i cittadini possono portare gratuitamente anche tutti i rifiuti urbani che devono essere raccolti in maniera differenziata ma che, per tipo, dimensioni o peso, non possono essere inseriti nei contenitori stradali o domiciliari (per esempio, rifiuti da apparecchiature elettriche, inerti, medicinali scaduti, pneumatici, oli da cucina e minerali, cartucce per stampanti). Il conferimento consente di ottenere per i cittadini degli sconti sulla bolletta della Tari.
“Siamo convinti – commenta Tiziano Mazzoni, Direttore Servizi Ambientali di Hera – che valorizzare la collaborazione e il gioco di squadra tra l’azienda e le comunità dei territori nei quali operiamo rappresenti la ricetta ideale per continuare a migliorare il servizio erogato e, al tempo stesso, favorire una cultura allargata e condivisa della sostenibilità.

immagini
Tiziano Mazzoni, Direttore dei Servizi Ambientali di Hera