torna alla home
Visitaci anche su:

Notiziario ambiente energia on-line dal 1999

Ecco come si fa a diventare “supereroi green” del futuro con il Progetto Scuole E.ON

where Milano when Gio, 01/02/2024 who roberto

800 classi e circa 20.000 studenti partecipano all’edizione 2023-2024

Il Progetto Scuole E.ON, ripartitoprogettoscuoleeon.jpeg a ottobre 2023 per promuovere la sostenibilità, l’uso consapevole delle risorse e accrescere la consapevolezza sull’importanza di adottare comportamenti virtuosi, continua ad arricchirsi di nuovi contenuti e momenti in un’ottica di contaminazione positiva per studenti e docenti di tutta Italia. In questo ambito, si inserisce la nuova challenge “supereroi green”, lanciata da E.ON alle classi iscritte al progetto, che coinvolgerà ragazze e ragazzi in un’esperienza di racconto in prima persona per riflettere sulle bellezze e le risorse del nostro Pianeta: gli studenti verranno invitati a realizzare un video o un racconto per descrivere i luoghi preferiti del loro territorio, per alimentare il dibattito sull’importanza delle azioni quotidiane per la tutela dell’ambiente. La sfida, seguendo un approccio che permette di imparare divertendosi, invita i ragazzi a ragionare sul ruolo nella lotta al cambiamento climatico, con l’obiettivo di diventare i supereroi green del futuro. L’elaborato che sarà giudicato il migliore consentirà alla classe di ricevere in premio stereomicroscopi di tre tipologie differenti: uno a penna con connessione Usb, uno con oculare per l'osservazione diretta e uno digitale con monitor integrato.
 
Le materie scientifiche e tecniche
Non solo sostenibilità e comportamenti green, anche la scienza e le materie Stem (scientifiche, tecniche, ingegneristiche e matematiche) sono un aspetto importante del Progetto Scuole E.ON 2023-2024. L’iniziativa, infatti, coniuga educazione ambientale, consumo consapevole e sostenibilità con la didattica Stem, proponendo un approccio interdisciplinare che, grazie anche alle competenze di partner come Pleiadi e Meteo Expert, si basa su divertimento e rigore scientifico. L’obiettivo è introdurre i bambini e i ragazzi al mondo di domani, aumentandone consapevolezza e sensibilità nei confronti delle tematiche ambientali anche attraverso lo studio dei principi base della fisica, della chimica, della biologia e della matematica, con un programma che sottolinea i tanti punti di contatto tra la cura dell’ambiente, l’innovazione tecnologica e le materie scientifiche. Proprio grazie alla rilevanza dei temi toccati e all’efficacia del metodo con cui le attività vengono proposte, l’edizione 2023-2024 del Progetto Scuole E.ON ha recentemente ricevuto il patrocinio morale da parte del ministero dell’Ambiente.
 
La testimonianza dei docenti

Oltre alla rilevanza istituzionale, è da sottolineare anche il costante apprezzamento da parte delle persone direttamente coinvolte, docenti e studenti in primis. Il progetto registra una crescita continua su base annua, sia in termini di scuole sia di classi iscritte, e si conferma di particolare gradimento per
l’efficacia e l’impatto positivo delle attività proposte. Un’importante testimonianza arriva ad esempio da Vincenza Arcerito, docente della Scuola Primaria M. L. King di Cesano Maderno, che al termine della scorsa edizione ha spontaneamente contattato E.ON, Pleiadi e Meteo Expert per sottolineare il suo apprezzamento verso il Progetto Scuole E.ON. I suoi studenti hanno infatti avuto modo di partecipare ai laboratori con Andrea Giuliacci, professore di fisica dell'atmosfera, università di Milano Bicocca e meteorologo Meteo Expert, ricevendo molti spunti concreti e concetti utili a comprendere il nostro Pianeta e a scoprire come impegnarsi giorno dopo giorno per tutelarlo. “Siamo orgogliosi del successo e dell’entusiasmo che stiamo raccogliendo anche con questa edizione del Progetto Scuole, con cui coinvolgiamo le nuove generazioni in esperienze di valore per fare, tutti insieme, la differenza nella tutela del Pianeta. Non solo l’iniziativa sta ottenendo una diffusione sempre più capillare sul territorio e una rilevanza sempre crescente, in termini di impatto positivo e di numero di adesioni, ma
continua a evolversi e arricchirsi di nuove attività e contenuti stimolanti. La challenge che è stata avviata in questi giorni è pensata proprio per aiutare ragazzi e ragazze a visualizzare un futuro più verde per il nostro Paese, in cui saranno loro stessi i nuovi supereroi green”, ha affermato Mauro Biraghi, marketing corporate communications director di E.ON Energia.
In questi giorni, i docenti di tutta Italia, a prescindere dall’effettiva partecipazione al Progetto Scuole, hanno avuto la possibilità di seguire il corso offerto da E.ON attraverso il portale Sofia del ministero dell’Istruzione sui temi della sostenibilità ambientale e dei cambiamenti climatici. Realizzato in
collaborazione con Meteo Expert e Pleiadi il 23 e 24 gennaio, il programma ha permesso ai circa 100 insegnanti partecipanti di ottenere crediti formativi, oltre all’opportunità di analizzare il cambiamento climatico e l’impatto positivo delle energie rinnovabili, sotto il profilo scientifico e psicologico, mettendo a disposizione dei docenti gli strumenti didattici e sperimentali per educare le nuove generazioni in questo ambito, attraverso metodi di insegnamento alternativi per stimolare la curiosità.
 
Capire l’interesse
Il Progetto Scuole E.ON prevede anche sondaggi periodici rivolti agli insegnanti con l’obiettivo di comprendere l’interesse e la sensibilità dei bambini verso le tematiche green, ma anche per fare il punto sull’importanza dell’educazione ambientale nelle scuole. La ricerca condotta nella scorsa edizione, presentata durante l’evento conclusivo di aprile tenutosi al Museo di Storia Naturale di Milano, ha fornito un’interessante fotografia: secondo il 70% dei docenti intervistati i ragazzi erano preoccupati per il futuro dell’ambiente. Sempre il 70% riteneva che le attività formative svolte a scuola influenzassero attivamente i comportamenti e le priorità delle famiglie italiane. Segno che c’è una base fertile su cui occorre continuare a lavorare per contribuire tutti insieme nel percorso di transizione energetica per un benessere individuale e condiviso.

immagini
progetto-scuole