torna alla home
Visitaci anche su:

Notiziario ambiente energia on-line dal 1999

​Global information technology report 2014, davanti a tutti c’è la Finlandia, l’Italia crolla al 58esimo posto

where Milano when Lun, 28/04/2014 who redazione

Rispetto all'anno precedente, le prime sei posizioni restano immutate: Finlandia, Singapore, Svezia, Olanda, Norvegia e Svizzera.

Non ci sono stati grossi cambiamenti pregressi nel mondo dal punto di vista tecnologico sia nelle economie più avanzate, sia in quelli in via di sviluppo. Lo rileva il Global information technology report 2014 realizzato dal World Economic Forum. La relazione, arrivata alla tredicesima edizione, dal titolo “Rewards and risks of Big Data”, misura (attraverso il Networked readiness index) la capacità di 148 Paesi di utilizzare l'Ict come leva per la crescita e per migliorare il benessere dei cittadini.
Rispetto all'anno precedente, le prime sei posizioni restano immutate: Finlandia, Singapore, Svezia, Olanda, Norvegia e Svizzera. Al settimo posto si piazzano gli Stati Uniti, che migliorano dalla nona piazza, dimostrando di avere nuovamente capacità di innovazione, seguiti da Hong Kong all'ottavo (che sale dal 14esimo posto), Regno Unito al nono (che scende dal settimo) e Corea del Nord al decimo (che sale di un posto). Per trovare l'Italia bisogna scorrere di molto la classifica, fino al 58esimo posto, in peggioramento di otto posizioni rispetto al report pubblicato nel 2013.
Alcune grandi economie emergenti appaiono peggiorate, segno del fatto che stanno stentando a cogliere le opportunità date dallo sviluppo dell'Information e communication technology, che potrebbe invece essere un volano per migliorare l'innovazione, la competitività e l'inclusione sociale. Questo, per i curatori del rapporto, potrebbe avere delle ripercussioni negative anche sulla crescita economica globale. La Cina è scesa al 63esimo posto dal 58esimo, il Brasile al 69esimo dal 60esimo, il Messico al 79esimo dal 63esimo e l'India all'83esimo dal 68esimo. Al contrario, l'indice evidenzia che i Paesi che hanno dimostrato di avere una visione chiara per lo sviluppo dell'Ict sono migliorati e avanzati nella classifica mondiale, come per esempio Emirati Arabi (al 24esimo posto dal 25esimo), Kazakhstan (al 38esimo dal 43esimo) e Panama (al 43esimo dal 46esimo).

immagini