torna alla home
Visitaci anche su:

Notiziario ambiente energia on-line dal 1999

A proposito di nucleare: l’Epr finlandese Olkiluoto finalmente a pieno regime, con 12 anni di ritardo

where Roma when Mar, 04/10/2022 who roberto

In dicembre prenderà il via la produzione regolare, 17 anni dopo l’avvio della realizzazione. Fornirà il 40% della produzione di elettricità della Finlandia

Il reattore Epr finlandese Olkiluoto-3 nuclearefinlandiaolkiluoto.jpgda 1.600 MW, con tecnologia nucleare di terza generazione, ha cominciato a produrre elettricità per la prima volta a pieno regime, con 12 anni di ritardo dalla data presunta di consegna e ben 17 anni dall’avvio della sua realizzazione. All’inizio del mese di dicembre dovrebbe prendere il via la produzione regolare di elettricità. "Abbiamo raggiunto oggi un risultato importante - spiega in una nota Marjo Mustonen, Senior Vice President for Electricity Production dell'operatore finlandese Tvo - . Ora ci concentreremo sul completamento dei test secondo il programma di messa in servizio e sul raggiungimento della produzione regolare di elettricità a dicembre".
 
L’impianto
A pieno regime la centrale di Olikiluoto (che comprende oltre a Ol3 che fornirà il 19% anche Ol1 e Ol2 che forniscono il 21%) fornirà il 40% della produzione di elettricità della Finlandia. Il costo di realizzazione del reattore Epr è passato 3,4 miliardi di euro a 11 miliardi di euro circa. Lunghissimo l’iter per giungere a destinazione del più famoso impianto nucleare EPR dell’epoca il cui cantiere si è aperto nel lontano 2005 e che ha avuto una lunga serie di interruzioni al punto che anche la stessa AREVA, la stessa società costruttrice  anche a causa di problemi su altri reattori vecchi e nuovi, è stata ceduta a EDF.
 
I guai di Areva
Nel 2017 Edf, numero uno elettrico d'Oltralpe e controllata dallo Stato transalpino con il 75%, ha acquisito la maggioranza della divisione nucleare della francese Areva per salvarla dal disastro finanziario provocato dai problemi come quello di Flamanville  A luglio il gruppo ha annunciato l'ennesimo rinvio: costi lievitati da 3,3 a 10,9 miliardi. Tre anni fa, invece, i difetti in alcuni componenti prodotti nel forno di Areva a Creusot aveva costretto Edf ha limitare la produzione per controllare un terzo dei suoi reattori.

immagini
olkiluoto