torna alla home
Visitaci anche su:

Notiziario ambiente energia on-line dal 1999

​Il Tar Sardegna boccia il progetto del giacimento Eleonora

where Cagliari when Lun, 12/10/2015 who redazione

I magistrati hanno ritenuto troppo invasivo l’impatto ambientale del pozzo della Saras per la ricerca di una riserva di gas

Il Tar della Sardegna ha bocciato il progetto presentato dalla Saras Spa di Cagliari per un pozzo esplorativo da perforare ai margini della piana di Arborea, alla ricerca di un probabile maxigiacimento chiamato Eleonora.

logo.gifLa Regione Sardegna aveva rigettato l’avvio della procedura Via chiesto dalla Saras, dicendo che il progetto confligge con i piani paesaggistici regionali. La Saras ha fatto ricorso al Tar contro la decisione della Regione. Dopo un’udienza che si è svolta in estate, arriva ora la sentenza: il Tar affossa il progetto Eleonora, poiché a parere dei magistrati amministrativi il pozzo esplorativo sarebbe "troppo invasivo".

La Saras aveva chiesto anche un risarcimento di 7,2 milioni di euro per le spese sostenute in studi, analisi e sondaggi.
La compagnia petrolifera cagliaritana ha risposto con una nota in cui, oltre a prendere atto della decisione del Tar, afferma che “al di là degli aspetti legali che saranno oggetto di valutazione, fin dal principio ci siamo impegnati in un progetto imprenditoriale sviluppato secondo i migliori standard tecnici e di ricerca della compatibilità ambientale, anche in linea con i permessi di ricerca regionali”.

La Sardegna, non collegata con metanodotti, viene alimentata esclusivamente con combustibili petroliferi di importazione, come il Gpl. Solamente negli ultimi mesi sono stati avanzati progetti di realizzazione di terminali per la ricezione e la gassificazione di metano liquefatto, tra cui uno nella zona di Arborea.

immagini
Logo di Saras Spa di Cagliari